Catania, Cattedrale chiusa causa occupazione. Polemica anche con la Caritas

Non si placa il dramma di una ventina famiglie di alcuni quartieri popolari catanesi da giorni accampate sul sagrato della prima chiesa cittadina per protestare contro l'Amministrazione

CATTEDRALE

CATANIA – Non si placa il dramma di una ventina famiglie di alcuni quartieri popolari catanesi da giorni accampate sul sagrato della Cattedrale di Sant’Agata per protestare contro l’Amministrazione comunale e le Autorità sulla gestione dell’emergenza abitativa in città. Una situazione drammatica, appunto, che nelle ultime ore si è “arricchita” di un nuovo episodio. Ieri la Cattedrale è

Aggressione ad un autista dell’Amt: ‘Penso di licenziarmi’

Il conducente assalito ieri in zona Pigno parla ai microfoni di Tribù: "Ogni giorno così, guidare quest'autobus sta diventando una guerra. Sto pensando di lasciare il posto"

Autista

“Queste cose accadono ogni giorno. Avevo il passaggio occupato da alcune macchine, ho chiesto ad uno degli autisti di spostarsi e lui mi ha risposto in tono minaccioso. Poi è salito sull’autobus, mi ha aggredito le spalle ed è nata la colluttazione”. A parlare ai microfoni di Tribù è Carlo Trombetta, 46 anni, aggredito ieri mentre svolgeva il suo lavoro di autista sulla linea 523 dell’AMT

Oda, nuova denuncia dei lavoratori: “Siamo sorvegliati a vista”

Dopo i Cobas anche un gruppo di dipendenti della Fondazione denuncia vessazioni e umiliazioni

oda

CATANIA – Clima sempre più teso all’Oda, da mesi al centro di una battaglia tra il commissario Adolfo Landi e il Cda azzerato dalla Curia. Dopo i Cobas – che hanno accusato l’Ad rimosso Alberto Marsella di “un inasprimento dei rapporti nei confronti dei lavoratori” – un gruppo di dipendenti della storica Fondazione denuncia di essere oggetto

Avviso di licenziamento, il lavoratore: “Pago di essere un sindacalista Cgil”

Un caso degno delle vecchie cronache sulla lotta di classe

Un caso grave, degno delle vecchie cronache sulla lotta di classe e sul protagonismo sindacale del secolo scorso. Sarebbe questa, secondo la Cgil di Catania, la vicenda di Massimo Bonaccorso, 43 anni, invalido civile, da anni impiegato come magazziniere in un’azienda di igiene ambientale. Una storia come tante, senonché Massimo si ritrova oggi con una