Bagheria, revocato l’obbligo di firma per il sindaco Cinque

Lo ha deciso il GIP di Termine Imerese. Il PM aveva detto no alla richiesta dei legali di Patrizio Cinque che è indagato per falso ideologico, violazione del segreto d'ufficio e abuso d'ufficio

cinque

BAGHERIA (PALERMO) – Revocata la misura d’obbligo di firma imposta al sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque. Lo ha deciso il GIP di Termini Imerese, accogliendo la richiesta avanzata dai legali del primo cittadino durante l’interrogatorio di garanzia del loro assistito che è indagato per falso ideologico, violazione del segreto d’ufficio e abuso d’ufficio.  La Procura di Termini

Bagheria, la Mannino a Cinque: “Hai ragione sono minchiona, ma coerente a ideali M5s”

Dopo le parole intercettate pronunciate dal sindaco di Bagheria, la replica della parlamentare che attacca duramente anche "tutti i silenti organi dirigenti del MoVimento"

BAGHERIA (PALERMO) – “Ha ragione il sindaco di Bagheria, sono proprio una minchiona”. Inizia così il lungo post pubblicato su Facebook dalla parlamentare nazionale del M5s Claudia Mannino, in risposta alle frasi pronunciate da Patrizio Cinque durante una conversazione telefonica con l’assessore Maria Laura Maggiore, intercettata dai Carabinieri nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione rifiuti nella cittadina palermitana.

Bagheria, obbligo di firma per il sindaco M5s

Patrizio Cinque è indagato per turbativa d'asta dalla Procura di Termini Imerese: "E' un attacco a orologeria". Coinvolti anche un assessore e 21 funzionari comunali

BAGNERAI (PALERMO) – Nuova tegola sulla campagna elettorale del M5s. All’indomani della decisione del Tribunale di Palermo di sospendere l’esito delle “Regionarie” che hanno incoronato Giancarlo Cancelleri, arriva la notizia dell’indagine a carico del sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, uno degli amministratori pentastellati siciliani. Il primo cittadino dell’importante centro in provincia di Palermo è indagato nell’ambito di un’inchiesta