Sondaggio SWG, Bianco batte tutti. 6 catanesi su 10 non seguono la politica

Secondo la rilevazione dell'istituto demoscopico oltre la metà dei catanesi non sarebbe informata sui fatti della propria città

SWG

CATANIA – Sei catanesi su dieci non sono informati sui fatti della propria città. E rispondono “poco” o “molto poco” alla domanda: “Lei in che misura direbbe di essere informato sui fatti, anche politici, che riguardano il Comune di Catania?”. C’è anche questo nel sondaggio della SWG diffuso nelle scorse ore dall’Amministrazione catanese, nel quale

Il sondaggio (commissionato da Fava) che fa volare Fava

La fotografia inedita in un sondaggio dell'Istituto Piepoli sulle Regionali siciliane del 5 novembre commissionato dal vicepresidente della Commissione Nazionale Antimafia

Fava

PALERMO – La sinistra radicale in Sicilia al 25%. E’ la fotografia inedita – verrebbe da dire storica – di un sondaggio dell’Istituto Piepoli sulle Regionali siciliane del 5 novembre. Nella rilevazione dell’istituto demoscopico a vincere le elezioni sarebbe di larga misura Nello Musumeci, candidato del centrodestra che guadagnerebbe il 42% dei consensi. Al secondo

Cancelleri batte Musumeci, Fiumefreddo terzo

Si è conclusa a ventiquattrore dal lancio la rilevazione sulle Regionali siciliane del 5 novembre promossa da Tribù. Tutti i risultati

Si è conclusa a ventiquattro ore dal lancio la prima rilevazione sulle Regionali siciliane del 5 novembre promossa da Tribù. Il sondaggio ha visto un’ampia partecipazione di pubblico, raggiungendo decine di migliaia di persone tramite i canali social del giornale, per un totale di 1600 voti validi espressi. Questi i risultati finale della rilevazione: Numeri, quelli espressi dal sondaggio, certamente

Regionali, sondaggio shock: non voterebbe il 55% dei siciliani

Indagine Demopolis a 4 mesi dal voto: fiducia nei partiti al 4%, mentre l'85% boccia Crocetta sui temi dello sviluppo e del lavoro

regionali

CATANIA – Astensione record e una sonora bocciatura per il Governo regionale di Crocetta sui temi dell’occupazione e dello sviluppo. È quanto emerge da un’analisi condotta dall’Istituto Demopolis a 4 mesi dalle Regionali del 5 novembre per l’elezione del nuovo presidente della Regione ed il rinnovo dell’Ars. Il rilevamento è stato effettuato dall’1 al 4 luglio