Blitz antidroga a Picanello: un milione di euro di marijuana nascosta in una scuola

In manette un 25enne pregiudicato e un 57enne. In un deposito ricavato sotto le fondamenta dell'edificio, la Mobile ha trovato 146 chili di droga

  CATANIA – Maxi sequestro di droga a Catania dove la Polizia ha rinvenuto 146 chili di marijuana in un bunker ricavato in una scuola di Picanello. Due le persone arrestate, Christopher Michele Cuffari, pregiudicato di 25 anni, e  Davide Schillace, di 57, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Due sere fa, una

Donna sgozzata al Cara di Mineo, il marito della vittima fermato e rinchiuso a Piazza Lanza

L'uomo era stato rintracciato a Catania e portato in Questura. Dopo l'interrogatorio è scattato il fermo per omicidio volontario, con le aggravanti di avere agito per motivi abbietti o futili e con crudeltà

  CATANIA – Non ha risposto alle domande degli investigatori. Bill Francis, il 30enne extracomunitario del Mali, si è limitato ad affermare di non essere mai stato al Cara di Mineo. Ma per gli uomini della Squadra Mobile di Catania, alla luce dei gravi e concordanti indizi di responsabilità raccolti a suo carico, sarebbe stato

Da Agrigento a Ragusa per tentare il “colpo” la notte di Natale: padre e figlio arrestati dalla Polizia

La notte della vigilia, non erano riusciti a scassinare la cassa continua di un supermercato. Ci hanno riprovato a Natale, ma ad aspettarli c'erano gli uomini della Squadra Mobile

  RAGUSA – Avevano provato già la notte della vigilia di Natale, così i titolari di un supermercato di Ragusa hanno avvisato la Squadra Mobile, che la notte successiva li ha aspettati e arrestati in flagranza. Con l’accusa di furto aggravato le manette sono scattate per Gaetano e Alfonso Maggio, padre e figlio, rispettivamente di 61

Ragusa, si masturbava davanti alle ragazzine: arrestato maniaco sessuale seriale

Un 25enne avrebbe colpito almeno 15 volte nei posti frequentati dai giovani. Davanti ai poliziotti ha ammesso le proprie responsabilità: "Credo di dovermi fare assistere da un medico perché ho qualche problema"

  RAGUSA – La Squadra Mobile di Ragusa ha arrestato Sergio Firrincieli, di 25 anni,  in esecuzione di una misura cautelare firmata dal GIP, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per corruzione di minorenne. Il giovane è accusato di essere un maniaco seriale, perchè avrebbe compiuto atti sessuali in presenza di minori under 14, con l’aggravante

Palermo, rapina alle Poste di via Lussemburgo: preso un componente del commando

Natale Alex Violante, 25enne del quartiere Noce è stato arrestato dalla Squadra Mobile. E' accusato di essere uno dei tre autori dell'assalto avvenuto lo scorso 16 gennaio

PALERMO – La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, nei confronti di Natale Alex Violante, 25enne del quartiere Noce, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata in concorso e porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo. Secondo la ricostruzione degli investigatori,

Caltanissetta, centro di permanenza devastato da un incendio: fermati cinque tunisini

Identificati dalla Squadra Mobile grazie ai filmati. Sono accusati del reato di devastazione e saccheggio, avvenuti la sera del 9 dicembre scorso nella struttura di Pian del Lago (FOTO)

CALTANISSETTA – La Squadra Mobile di Caltanissetta ha eseguito cinque ordinanze di applicazione di fermo d’indiziato di delitto emesse dalla locale Procura della Repubblica nei confronti di altrettanti tunisini, trattenuti al centro di Pian del Lago. Si tratta di: Mimouni Karim, di 40 anni; Haj Hussein Naim, di 32; Trabelsi Abdulmonam, di 20; Goubantini Achref, di 24,

Scippano un’anziana a Pozzillo: catturati 20 minuti dopo a Catania

In manette due pregiudicati: sono stati intercettati da agenti della Squadra mobile mentre transitavano in piazza Cavour a bordo di uno scooter Piaggio Beverly 250

  CATANIA – Scippano un’anziana a Pozzillo, frazione marinara di Acireale, ma vengono catturati venti minuti dopo a Catania. Le manette sono scattate per i pregiudicati Mario Parisi, di 49 anni, e Carmelo Indorato, di 50. Sono accusati, in concorso, dei reati di scippo e resistenza a pubblico ufficiale. Venti minuti dopo aver scippato la donna, i

“Sono prestanome di un condannato per concorso esterno alla mafia”: 2 arresti a Caltanissetta

In manette Matteo Allegro, di 36 anni, e Filippo Principe, di 34, per intestazione fittizia di beni. Un terzo indagato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Sequestrate un’azienda e una sala scommesse

  CALTANISSETTA – Si sarebbero intestati la sala giochi e un’azienda di scommesse di un condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. E’ l’accusa mossa dalla Squadra Mobile di Caltanissetta nei confronti di tre persone destinatarie di altrettante misure cautelari emesse dalla locale Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica. Gli agenti hanno anche dato esecuzione ad un sequestro

Catania, in auto con 45 chili di marijuana: tre corrieri della droga arrestati dopo una ‘soffiata’

Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato due auto sull'autostrada Catania-Messina: una fungeva da 'staffetta', l'altra nascondeva nel bagagliaio il carico di droga

CATANIA – Tre corrieri della droga sono stati intercettati e bloccati sull’autostrada Catania-Messina con 45 chili di marijuana. Le manette sono scattate per Giuseppe Russo, di 40 anni, Viktor Dalipaj, 42 anni e Arsen Hoxha di 36 anni. Sono accusati di trasporto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di marijuana in concorso.

Picchia a sangue la moglie davanti ai figlioletti: “E’ stata fortunata, gliele ne ho date poche”

La Squadra Mobile di Ragusa ha arrestato a Vittoria un 29enne. La donna si trova ricoverata in ospedale per gravi lesioni al volto, mentre i bambini affidati ad una parente

VITTORIA (RAGUSA) – La Squadra Mobile di Ragusa ha arrestato a Vittoria un uomo, N.G., di 29 anni. I poliziotti erano stati avvisati due giorni fa dal personale sanitario del pronto soccorso che di notte avevano accolto una donna con evidenti segni di violenza al volto ed in altre parti del corpo. Il personale femminile inviato