Stragi ’93, Berlusconi e Dell’Utri indagati a Firenze

Con l'ex premier è indagato anche l'ex senatore Marcello Dell'Utri, che sconta in carcere una condanna a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa 

Stragi

PALERMO – L’ex premier Silvio Berlusconi è indagato a Firenze come “mandante occulto” delle stragi mafiose del 1993. Alla base della decisione dei magistrati fiorentini, che hanno riaperto un fascicolo chiuso nel 2011, le intercettazioni del boss Giuseppe Graviano che racconta di presunti collegamenti con il leader di Forza Italia. Con Berlusconi è indagato anche l’ex

Grasso ricorda Dalla Chiesa: “Innescò rivoluzione antimafia”

Il discorso tenuto dal Presidente del Senato Pietro Grasso nel corso del convegno in occasione del 35mo anniversario dell'omicidio del Generale

Dalla Chiesa

 Riportiamo integralmente il discorso tenuto dal Presidente del Senato Pietro Grasso nel corso del convegno in occasione del 35mo anniversario dell’omicidio del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, tenutesi oggi pomeriggio presso Palazzo Steri a Palermo.    Autorità, gentili ospiti, signore e signori, è per me davvero un piacere partecipare, dopo l’intensa ed emozionante giornata commemorativa

Di Matteo e il sogno grillino: verso il Governo dei magistrati

Il Sostituto Procuratore di Palermo potrebbe provarci. Entusiasmo del Movimento Cinque Stelle

Di matteo

“Se diciamo che la politica si deve riappropriare delle proprie prerogative e avere come primo baluardo la lotta contro la mafia e contro la corruzione, contro ogni sistema criminale, non possiamo non pensare che, in certi casi, l’impegno politico non possa rappresentare per un magistrato, in certi settori e a certe condizioni, una linea ideale di prosecuzione del suo impegno in toga”.

Se votate per loro non piangete Giovanni Falcone

Finché gli elettori non faranno una scelta di campo, la fine di quello che il magistrato ricordava essere un "fenomeno umano" resta lontana

Giovanni Falcone

La sintesi – in questo venticinquesimo anniversario della strage di Capaci, che aggiunge al ricordo la gravità della cifra tonda – la offre una dichiarazione dell’attore Pierfrancesco Diliberto, pronunciata ieri nel corso di un incontro dedicato a Giovanni Falcone. Parole che hanno fatto il giro del web, quelle di Pif, intervenendo nel contesto delle celebrazioni dell’omicidio del giudica ma anche nel vivo di una campagna elettorale importante come quella dell’11 giugno