Cassazione annulla confisca, Scuto si riprende il patrimonio

Il valore dei beni dell'ex "re dei supermercati in Sicilia" ammonterebbe a centinaia di milioni

CATANIA – Sebastiano Scuto, l’ex “re dei supermercati in Sicilia” rientra in possesso dei sui beni. La IV Sezione della Cassazione ha annullato senza rinvio il decreto della Corte d’appello di Catania che aveva disposto la confisca dell’intero patrimonio dell’imprenditore catanese e dei suoi familiari ed ha rigettato il ricorso riguardante la misura dell’obbligo di soggiorno

Milano, le mani del clan mafioso dei Laudani su supermercati e vigilantes

Due arresti anche a Catania. Commissariate 4 sedi Lidl, coinvolte anche società che forniscono i vigilantes al Tribunale

MILANO – Le mani della mafia catanese sulla grande distribuzione e sulla vigilanza privata. E’ quanto emerge dall’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano che ha portato all’esecuzione di quindici misure cautelari (11 in carcere, 3 ai domiciliari e 1 divieto di dimora) nei confronti di altrettante persone accusate, a vario titolo accusati di far parte

Mafia, la Corte d’appello di Catania confisca i beni all’ex “re dei supermercati” Sebastiano Scuto

In revisione del provvedimento di primo grado

Imposta anche la sorveglianza speciale con l’obbligo di firma. Il provvedimento è stato notificato al suo avvocato, il professore Giovanni Grasso che ha annunciato ricorso in Cassazione, definendolo “anomalo e ingiustificato”