Palermo, entra nella Ztl con 7 secondi di anticipo. 100 euro di multa

Un automobilista si è "beccato" un verbale della Polizia Municipale per aver varcato la Zona a Traffico Limitato sette secondi prima del "via libera"

ZTL

PALERMO – 93,98 euro di multa per sette secondi di infrazione. Ovvero 13,42 euro al secondo. La curiosa storia, riportata dall’ANSA, arriva da Palermo ed è avvenuta lo scorso 29 settembre. Un automobilista si è “beccato” un verbale della Polizia Municipale per aver varcato la Zona a Traffico Limitato sette secondi prima del “via libera”. Come da

Catania, serie di incidenti: traffico in tilt per 2 ore

Mattinata di passione per gli automobilisti diretti nel capoluogo etneo per tre incidenti, senza gravi conseguenze, avvenuti sul Viale Mediterraneo, sulla Tangenziale e sulla A18

CATANIA – Mattinata di passione per gli automobilisti diretti a Catania. Tre incidenti, fortunatamente senza gravi conseguenze, hanno mandato il traffico in tilt, creando lunghe code sulle principali di arterie di accesso al capoluogo etneo. Due tamponamenti sono avvenuti, poco dopo le 8, sul viale Mediterraneo, prima dell’immissione in città su via Vincenzo Giuffrida, e sulla

“Dirty oil”, preso a Lampedusa il maltese Debono

Secondo gli investigatori sarebbe uno degli organizzatori dell’associazione a delinquere internazionale che riciclava sul mercato italiano ed europeo il gasolio libico illecitamente asportato dalla raffineria di Zawyia 

Gasolio

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) – I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, in collaborazione con i colleghi della Brigata di Lampedusa e di quelli della Sezione Navale di Catania, hanno arrestato sull’isola pelagia, Darren Debono, di 43, il cittadino maltese destinatario di una misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Catania, nell’ambito dell’operazione

La rotta illecita del gasolio libico da Malta alla Sicilia

I risultati dell'operazione "Dirty Oil", che nelle scorse ore ha portato all'arresto di 9 persone accusate di aver messo in piedi un'associazione a delinquere dedita al riciclaggio di carburante rubato. 50 gli indagati

  CATANIA – “Un traffico internazionale operante su uno degli scenari più caldi tra Europa e Africa, cioè in Libia”. Con queste parole il Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro ha introdotto i risultati dell’operazione “Dirty Oil”, che nelle scorse ore ha portato all’arresto di nove persone accusate di aver messo in piedi un’associazione a delinquere dedita al