Nomine dirigenti esterni alla Regione, prescritto Lombardo

La Terza sezione del Tribunale di Palermo ha dichiarato prescritto l'abuso d'ufficio per Lombardo e per l'ex capo di gabinetto Antonino Scimemi, in relazione a tre nomine

PALERMO – La Terza sezione del Tribunale di Palermo ha dichiarato prescritto l’abuso d’ufficio per Raffaele Lombardo, ex governatore siciliano, e per l’ex capo di gabinetto Antonino Scimemi, in relazione a tre nomine di super dirigenti esterni, ritenute illegittime. Gli incarichi in questione erano stati dati a Rino Lo Nigro, nominato direttore dell’Agenzia regionale per

Palermo: “Hanno sottratto parte di un’eredità” Arrestati il professor Nivarra e l’avvocato Morabito

Sono finiti ai domiciliari per peculato e falso.  Erano stati incaricati dal Tribunale di gestire l'ingente patrimonio di Baldassarre Sapuppo

PALERMO – La Guardia di Finanza ha arrestato per peculato e falso Luca Nivarra (NELLA FOTO), professore ordinario di diritto privato presso l’Università degli Studi di Palermo, e Fabrizio Morabito, avvocato, e sequestrato beni per 160mila euro. L’indagine, coordinata dalla procura guidata da Francesco Lo Voi, è scaturita dagli esiti di una consulenza tecnica d’ufficio,

Mafia, beni per 150 mila euro sequestrati a esponente del clan di Roccella

Il patrimonio di Giuseppe Di Fatta finito nel mirino della Polizia di Palermo è costituito da un'’impresa, un'’autovettura e un motoveicolo

PALERMO – Beni per un valore di 150 mila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato a Giuseppe Di Fatta, di 47 anno, ritenuto esponente della famiglia mafiosa di Roccella.  Il provvedimento cautelare è stato emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione che ha accolto la proposta avanzata dal Questore. Il patrimonio

“Aggirate le misure di prevenzione”: nuovo sequestro per la famiglia Impastato

Secondo il Tribunale di Palermo Giuseppe e Stefano Impastato hanno aggirato il sequestro per mafia che ha colpito il padre Andrea, finito in carcere perchè uomo di fiducia di  Bernardo Provenzano

PALERMO – Hanno denunciato e si sono costituiti parti civili contro alcuni esattori del pizzo. La presa di posizione nel solco della legalità, però non ha evitato il sequestro delle loro aziende, la Unicem srl con sede a Montelepre e la Adelkan srl di Alcamo. Secondo la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, che

Tribunale sospende ‘regionarie’. Ma Cancelleri resta in corsa

Accolto il ricorso presentato da un attivista escluso dalle consultazioni online che hanno incoronato Giancarlo Cancelleri. Che annuncia: "Vado avanti"

PALERMO – Il Tribunale di Palermo ribadisce la sospensione della Regionarie ma il M5s va avanti confermando l’esito della consultazione online con la candidatura di Giancarlo Cancelleri a presidente della Regione.  La decisione è stata comunicata poco fa dallo stesso Cancelleri con un post sul blog di Beppe Grillo. “Alla luce del decreto del Tribunale civile di

M5s, Tribunale sospende “regionarie”. Tegola per Cancelleri

Accolto in via cautelare l'esposto di un attivista escluso dalla consultazione online. M5s: "A elezioni ci saremo"

m5s

PALERMO – Tegola sulla campagna elettorale del M5s. Il Tribunale di Palermo ha sospeso le “regionarie” pentastellate. Il giudice della quinta sezione civile, Claudio Spiga, ha accolto il ricorso presentato dall’attivista Mauro Giulivi, escluso dalla votazione on line che ha incoronato Giancarlo Cancelleri, che ieri ha presentato il primo assessore della sua squadra di governo.  Il

Dalle bibite al ristorante: ecco gli affari dei boss

La Guardia di Finanza di Palermo sequestra beni per circa 1,6 milioni di euro

palermo

PALERMO – I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria, sulla base di provvedimenti emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Palermo, hanno sequestrato beni per un valore complessivo di circa 1.600.000 euro nell’ambito di diverse operazioni, rivolte a elementi di spicco di

Altro che nullatenenti, sequestrato il tesoro di Riina

Sequestrati beni per 1,5 milioni di euro al boss e ai suoi familiari. No al differimento della pena: 'Totò u curtu' resta in carcere:

Riina

PALERMO – Nel giorno del 25mo anniversario della strage di via D’Amelio, i carabinieri del Ros e quelli del Comando Provinciale di Palermo e Trapani hanno assestato un duro colpo alla famiglia di Totò Riina. I militari hanno infatti sequestrato al capo di cosa nostra e ai suoi familiari beni per 1,5 milioni di euro. Il

Confiscata impresa di costruzioni al ‘postino’ del clan mafioso di Altofonte

La società ha un valore di 4,5 milioni di euro

La società è riconducibile ad Andrea di Matteo, arrestato nel 2010. Assolto dall’accusa di associazione mafiosa. Ma avrebbe svolto il ruolo di tramite con il capomafia Domenico Raccuglia e di “collettore” delle estorsioni