“Merita il potere solo chi ogni giorno lo rende giusto”

Fatti, speranze e preoccupazioni per l'incontro dei grandi della terra in corso oggi e domani a Taormina. E un augurio per i sette leader

potere

Scriveva il diplomatico svedese Dag Hammarskjöld, presidente delle Nazioni Unite dal 1953 fino alla morte, avvenuta in circostanze misteriose nel 1961: “Merita il potere solo chi ogni giorno lo rende giusto”. Vorremmo partire da qui, dal concetto di potere come responsabilità verso il bene e la giustizia, per alcune considerazioni sul G7 che oggi e domani vedrà impegnati a Taormina i sette Capi di Stato più importanti – più potenti, appunto – del pianeta.

G7, Bianco accoglie i consorti ma Catania non è più “first lady”

Come per ogni visita importante degli ultimi anni, la città imbellettata che domani saluterà mogli e mariti dei Capi di Stato non sarà la vera Catania

BIANCO

A meno di ventiquattrore dall’inizio del G7 gli occhi del mondo sono già puntati su Taormina per provare a divinare l’esito del summit dei grandi della terra. Profili di interesse l’incontro ne avrà. Il Gruppo dei Sette si presenta in forma inedita, con quattro importanti “new entry” rispetto all’anno scorso (Trump, Macron, May e il padrone di casa Gentiloni) e tre “seniores” (Merkel, Trudeau e Abe) non meno rilevanti sullo scacchiere internazionale. Ognuno dei leader porterà al tavolo i propri dossier, e saranno prese decisioni di rilievo mondiale

G7, Catania ospita consorti dei leader. Ma il Bellini perde il concerto

A suonare per Gentiloni, Trump, Abe, Macron, Merkel, Trudeau e May saranno i maestri della Scala di Milano. Il commento di Erika Marco

Bellini

CATANIA – Sarà lui ad accogliere le first lady e i first husband mentre i Sette Grandi del mondo saranno impegnati a Taormina a discutere il futuro dell’umanità. Enzo Bianco ospiterà mogli e mariti dei leader del G7 il prossimo 26 maggio a Palazzo degli Elefanti. Cinque donne e due uomini: da una parte Melania Trump,