ESCLUSIVO. L’allarme dell’esperto: “Così i social stanno cambiando (in peggio) le nostre vite”

Intervista ad Alessandro Ionni, socio di Ars Digitalia e programmatore, nonché studioso dei pericoli che si nascondono sul web

Chi l’ha detto che il Governo non rispetta le promesse elettorali? Sin dello scorso marzo un portale online – www.redditodicittadinanza2018.it – istruisce in modo semplice e chiaro i cittadini su come richiedere il sussidio al centro della campagna elettorale del Movimento Cinque Stelle. Con tanto di form da compilare e dettaglio delle cifre spettanti: 400 euro

Messina, Renato Accorinti si ricandida: “Giudicatemi dai fatti e non dalle chiacchiere”

Il messaggio del primo cittadino della città dello Stretto agli elettori: "Questo cambiamento deve andare avanti, ma solo se lo volete voi"

Accoranti

MESSINA – Correrà per un secondo mandato il sindaco di Messina Renato Accorinti, alla guida della città dello Stretto dal 2013, quando si era candidato con una lista civica battendo al ballottaggio l’esponente del centrosinistra Felice Calabrò. Un mandato con luci e ombre, quello del sindaco pacifista, attivista anti-mafia e anti-ponte, noto per il look eccentrico

Catania, dal gran gala per Melania alla fiaccolata “contro” Donald

A meno di due settimana dall'accoglienza riservata alla first lady, il Comune sposa l'iniziativa "contro" le decisioni del presidente USA sul clima

fiaccolata

Dalla fremente attesa di Melania alla fiaccolata in piazza “contro” Donald. E’ la parabola dei rapporti tra il Comune di Catania e la famiglia Trump, disegnata in appena pochi giorni tra il G7 di Taormina – quando la città aveva ospitato in pompa magna la first lady americana, per l’occasione tutta a fiorelloni – e la decisione del Presidente degli Stati Uniti di recedere dall’accordo sul clima firmato nel 2015 a Parigi dal suo predecessore Obama

G7, scontri tra Polizia e corteo. E sull’esito del Summit tanti dubbi

Il corteo contro il Summit non si è fermato nel punto autorizzato e ha proseguito verso la Polizia in assetto anti-sommossa

scontri

GIARDINI NAXOS (ME) – Alla fine la protesta degenera in tafferuglio, regalando anche a questo G7 momenti di tensione fortunatamente non paragonabili ad altre esperienze italiane del passato. Il corteo contro il Summit di Taormina – conclusosi oggi pomeriggio con parecchi dubbi sui risultati raggiunti e le conferenze stampa di Trump e Merkel annullate –

Il G7 è appena finito (bene o male) e già ci manca

Per trentasei ore la Sicilia è stata il centro del mondo, la sede del potere incontrastato e delle sue decisioni. Cosa resta di tanto sfarzo?

G7

Era l’evento politico più atteso dell’anno, ed è finito senza darci il tempo di dire “G7”. Come sia andata sarà compito degli esperti di geopolitica spiegarlo, nel corso delle prossime settimane che si annunciano complesse. Di certo sono arrivate meno firme di quanto si sperasse, l’unico impegno unanimemente condiviso è quello contro il terrorismo ma anche lì ci si domanda come quando la comunità internazionale deciderà di intervenire

Il testo del discorso di benvenuto di Bianco alle first ladies

Le parole del sindaco: "So di essere di parte, ma sono felice di augurarVi di poter godere appieno di una terra da sogno"

BENVENUTO

Il testo integrale del discorso di benvenuto pronunciato dal Sindaco di Catania, Enzo Bianco, per le first lady del G7. Un esempio positivo di come può presentarsi una città.   “Desidero porgere un caloroso benvenuto a nome della Città di Catania, nel Palazzo degli Elefanti, da secoli sede del Municipio. Catania, secondo alcuni “Katà Aìtna”, sotto

“Merita il potere solo chi ogni giorno lo rende giusto”

Fatti, speranze e preoccupazioni per l'incontro dei grandi della terra in corso oggi e domani a Taormina. E un augurio per i sette leader

potere

Scriveva il diplomatico svedese Dag Hammarskjöld, presidente delle Nazioni Unite dal 1953 fino alla morte, avvenuta in circostanze misteriose nel 1961: “Merita il potere solo chi ogni giorno lo rende giusto”. Vorremmo partire da qui, dal concetto di potere come responsabilità verso il bene e la giustizia, per alcune considerazioni sul G7 che oggi e domani vedrà impegnati a Taormina i sette Capi di Stato più importanti – più potenti, appunto – del pianeta.

G7, Bianco accoglie i consorti ma Catania non è più “first lady”

Come per ogni visita importante degli ultimi anni, la città imbellettata che domani saluterà mogli e mariti dei Capi di Stato non sarà la vera Catania

BIANCO

A meno di ventiquattrore dall’inizio del G7 gli occhi del mondo sono già puntati su Taormina per provare a divinare l’esito del summit dei grandi della terra. Profili di interesse l’incontro ne avrà. Il Gruppo dei Sette si presenta in forma inedita, con quattro importanti “new entry” rispetto all’anno scorso (Trump, Macron, May e il padrone di casa Gentiloni) e tre “seniores” (Merkel, Trudeau e Abe) non meno rilevanti sullo scacchiere internazionale. Ognuno dei leader porterà al tavolo i propri dossier, e saranno prese decisioni di rilievo mondiale

Un catanese dietro l’incontro di Trump con Papa Francesco

Si tratta di Salvatore Martinez, presidente del movimento ecclesiale Rinnovamento nello Spirito, vicino a Benedetto e stimato da Francesco

Trump

L’incontro tra Papa Francesco e Donald Trump non era affatto scontato. Sin dalla campagna elettorale americana del 2016 i rapporti tra i due erano parsi burrascosi, con la presa di posizione del Pontefice contro il costruttore di muri e le dichiarazioni del futuro Presidente degli Stati Uniti sull’immigrazione.

G7, Catania ospita consorti dei leader. Ma il Bellini perde il concerto

A suonare per Gentiloni, Trump, Abe, Macron, Merkel, Trudeau e May saranno i maestri della Scala di Milano. Il commento di Erika Marco

Bellini

CATANIA – Sarà lui ad accogliere le first lady e i first husband mentre i Sette Grandi del mondo saranno impegnati a Taormina a discutere il futuro dell’umanità. Enzo Bianco ospiterà mogli e mariti dei leader del G7 il prossimo 26 maggio a Palazzo degli Elefanti. Cinque donne e due uomini: da una parte Melania Trump,