Forello replica a La Stampa: “Fake news, ci temono quindi vinciamo”

Il candidato sindaco M5s a muso duro: "Ennesimo spregiudicato attacco mediatico"

PALERMO – “Fake news, ci temono, quindi vinciamo”: è il titolo di un lungo post pubblicato su Facebook da Ugo Forello in risposta all’articolo de La Stampa in cui vengono gettate ombre sul candidato a sindaco M5s di Palermo in merito alle attività imprenditoriali della sua famiglia e al rapporto di lavoro con il figlio di Silvana

Sale Bingo e il figlio del pm Saguto: nuove ombre su Forello

Nello studio del candidato sindaco M5S lavorava il figlio del pm a processo per corruzione 

forello

PALERMO – A tre giorni dal voto amministrativo di Palermo, nuove ombre si addensano su Ugo Forello: nello studio del candidato sindaco del M5s ha lavorato il figlio di Silvana Saguto, ex presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale rinviata a giudizio per corruzione, nell’ambito della gestione dei beni confiscati. A raccontare la vicenda

Firme false M5s, udienza preliminare rinviata al 26 maggio

Claudia La Rocca: "Se rinviata a giudizio non mi ricandiderò all'Ars"

m5s

PALERMO – E’ durata solo pochi minuti la prima udienza preliminare per l’indagine sulle firme false del M5S di Palermo. Dopo aver rigettato la richiesta di un legale degli imputati oggi assente per motivi di salute, il gup Nicola Aiello ha comunque deciso di rinviare l’udienza al prossimo 26 maggio. La decisione è stata presa

M5s, Forello: “Grillo è con me, vado avanti più forte di prima”

Il candidato sindaco di Palermo sull'audio pirata che ha gettato ombre sulla sua gestione di Addiopizzo

m5s

PALERMO –  Ugo Forello al contrattacco. Il candidato sindaco di Palermo del M5s convoca i giornalisti per contrastare la “macchina del fango”. “Ieri c’è stato un mostro sbattuto in prima pagina”, dice riferendosi alle accuse di aver lucrato su Addiopizzo fatte in una conversazione audio diffusa sul web, tra Andrea Cottone, membro dello staff della comunicazione alla

M5s, Forello a rapporto da Grillo sull’audio pirata

Il candidato sindaco di Palermo vola a Roma per discutere dell'audio che getta ombre sulla sua gestione di Addiopizzo

forello

PALERMO – Non ha intenzione di fare un passo indietro. Lo ha detto chiaro e tondo, ma intanto il candidato sindaco di Palermo del M5s, Ugo Forello, è volato a Roma per incontrare alcuni deputati e i capi della comunicazione del MoVimento, per discutere dell’audio di una conversazione avvenuta nel luglio scorso a Montecitorio tra alcuni deputati nazionali e

Palermo, nuovi veleni in casa M5s: spunta audio contro Forello

"Ombre" sulla gestione di Addiopizzo da parte del candidato sindaco. La replica: "Solo falsità"

m5s

PALERMO – Dopo l’inchiesta “Firme false”, nuovi veleni tornano a diffondersi nel M5s palermitano a un mese dal voto amministrativo. A rendere incandescente l’atmosfera in casa grillina, un audio di trenta minuti con accuse pesanti nei confronti del candidato sindaco Ugo Forello e del suo modo di gestire Addiopizzo, l’associazione da lui presieduta sino all’anno scorso.

Palermo, M5s ad alta tensione. Grillo: “Sospendere parlamentari indagati”

Il leader pentastellato interviene dopo gli attacchi di Nuti, Di Vita e Mannino a Forello e ai deputati regionali La Rocca e La Rocca

m5s

PALERMO – Beppe Grillo rompe gli indugi: troppo alta la tensione nel M5s palermitano per non prendere posizione. Al leader pentastellato non sono piaciute le esternazioni di Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino che in una nota hanno chiesto l’espulsione di Giorgio Ciaccio e Claudia La Rocca. I tre parlamentari nazionali sono indagati, al pari dei colleghi

Firme false M5s, chiesto il processo per 3 deputati nazionali

La procura di Palermo chiede il rinvio a giudizio per 14 indagati

m5s

Secondo l’accusa alla vigilia della presentazione delle liste per le comunali del 2012 nella sede di un meet up nei pressi del porto di Palermo, vennero ricopiate 1.400 firme, così come accertato dalla Digos.

Forello come Cassimatis? La deriva autoritaria di Grillo getta ombre su Palermo

Neanche a Palermo è stato rispettato il termine delle 24h di preavviso 

m5s

La scelta di annullare le Comunarie a Genova potrebbe costare cara a Beppe Grillo. Ma potrebbe costare di più a Ugo Forello. Il caso Cassimatis potrebbe infatti aver creato un precedente, o almeno così sostengono i dissidenti Mauro Gulivi e Giusi Buccheri che accusano il leader del Movimento 5 Stelle di usare due pesi e due misure