Vaccini meningite, UGL: “Finite le dosi”. È polemica! Il nostro sondaggio

L’Asp3 rispedisce le accuse al mittente: “Clamore per una vicenda nella norma”

mario cuccia vaccini

 

CATANIA – A lanciare l’allarme è il comunicato stampa inviato dall’UGL. Il sistema sanitario catanese sarebbe totalmente impreparato ad affrontare l’ondata di richieste per i vaccini contro il meningococco.

Affermazione che l’Asp 3 di Catania rispedisce al mittente. Tutto è nella norma: i rifornimenti sono in corso ma si continua comunque a vaccinare e il servizio non è mai stato interrotto.

A spiegarci come sono andate le cose è il dottor Mario Cuccia, responsabile del Servizio di Epidemiologia e Prevenzione dell’Asp di Catania.

“Che la richiesta sia notevolmente aumentata – spiega il medico catanese – è un dato di fatto e la colpa è del clamore generato da certa stampa che pubblica a 5 colonne notizie di allarme meningite. Il caso di Piazza Armerina è subito rientrato e il paziente ha serenamente passato il Natala a casa propria”.

La carenza dei vaccini è di portata nazionale, tanto che il ministero ha richiesto un’importazione straordinaria dall’estero. Ma la Sicilia ha affrontato bene il problema e Catania meglio che altrove. Vacciniamo regolarmente, anche oggi. ” continua Cuccia.

“Ci tengo a precisare, tra l’altro, che il nostro sistema sanitario regionale garantisce la gratuità della vaccinazione. Il vaccino è gratuito entro i 30 anni e anche in casi di particolari patologie. In Lombardia, si paga e anche in maniera considerevole”.

“Non siamo mai rimasti senza e domani arriveranno altre 3.000 dosi. Saranno disponibili nei 5o ambulatori già da inizio settimana prossima. Solo qualche centro periferico ne è rimasto sprovvisto, ma stiamo provvedendo”.

Nessun allarme, neanche nell’aumento della percentuale di contagio: “I numeri sono esattamente nella norma di un qualsiasi paese civile e uguali agli anni passati” afferma ancora Cuccia.

“L’unica regione italiana il cui indice è obiettivamente mutato – specifica Cuccia – è la regione Toscana. Ma hanno già da qualche anno hanno avviato la vaccinazione obbligatoria. Noi stessi vacciniamo chi si reca in quei territori per motivi di studio, lavoro o turismo “.

Ad essere mutato è l’interesse nei confronti di questi casi. Si tratta solo di un fato mediatico che non corrisponde a verità” conclude.

 

””

L'allarme sulla meningite ti sembra fondato o si tratta di clamore mediatico?

  • Credo si tratti di esagerazione dei media per incentivare la corsa al vaccino 100%, 2 voti
    2 voti 100%
    2 voti - 100% of all votes
  • Mi sembra giusto vaccinarsi e credo al rischio concreto 0%, 0 voti
    0 voti
    0 voti - 0% of all votes
  • Sono confuso perché non si capisce quale sia la verità 0%, 0 voti
    0 voti
    0 voti - 0% of all votes
Totale Voti: 2
04/01/2017 - 08/01/2017
Voto terminato
Archivio Sondaggi
“]

Articoli correlati

1

  • Ma come mai le autorità conoscendo bene da diverso tempo la gravità della situazione, causata dai continui flussi migratori che passano dalla Sicilia, non hanno preso le dovute cautele vaccinando tutte le fasce a rischio infettivo..?

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *